Immagine TOP
La partecipazione dell’AIPnD a Progetti Europei
La partecipazione AIPnD a progetti di ricerca e sviluppo, finanziati dalla UE nell’ambito del 7° Programma Quadro, è volta ad acquisire un bagaglio aggiornato di informazioni sull’innovazione in atto nel campo delle PND da divulgare poi in ambito nazionale, a beneficio degli operatori del settore; per l’Associazione è inoltre un’opportunità di rafforzare la propria presenza e visibilità a livello internazionale.

Progetto TOWER POWER

Continuous monitoring of the structural condition of the tower and supporting structure of floating and static offshore wind turbines

Il progetto è volto allo sviluppo e messa a punto di un sistema remoto di monitoraggio continuo di alcune parti strutturali, ritenute critiche, delle torri eoliche per installazioni off-shore. Il sistema si avvarrà di tecniche di emissione acustica, ultrasonore ad onde guidate, sensori accelerometrici, i cui segnali saranno comparati ai parametri ambientali quali velocità e forza del vento e del mare, temperatura dell’aria e dell’acqua e altezza delle maree. Nei parchi off-shore di generatori eolici, molto utilizzati nei paesi nordici, in 10 anni di servizio, sono state riscontrate alcune criticità quali: cricche nei piloni di calcestruzzo dovute a sforzi di flessione; cricche di corrosione sulla struttura in acciaio delle torri in corrispondenza delle saldature ; deterioramento precoce del pezzo di transizione calcestruzzo- acciaio; in generale, i processi di corrosione sono accelerati dalla relativa alta concentrazione di H2S nel Mare del Nord e nel Baltico.

Il Progetto è quindi finalizzato a migliorare l’esercizio e l’affidabilità di impianti di generazione eolica che, considerata l’elevata potenzialità unitaria ormai raggiunta, hanno un ruolo strategico nel sistema energetico europeo.

.:: PDF Scarica il comunicato stampa


Progetto DIRA-GREEN

Enhancing the competitiveness of European Powder Metallurgy SMEs by an improved quality assurance tool based on latest digital radiographic achievements Miglioramento della competitività della piccola e media industria europea del settore Metallurgia delle Polveri ( manufatti sinterizzati ).

Basato sui più recenti sviluppi della Radiografia Digitale, il Progetto Dira-Green ( 2011-2014) sviluppa un sistema automatico per il controllo in linea di componenti “ green “ prima del loro avvio ai forni di sinterizzazione. L’adozione di un tale sistema nelle linee di grande produzione di componenti in materiali sinterizzati porta ad un incremento della qualità dei componenti oltre che ad un risparmio di energia e materiale.

.:: PDF S. Ghia – DIRA-GREEN Poster
            18th WCNDT, 16-20 April 2012, Durban, S.A.


.:: PDF poster 2

.:: PDF M. Bianchi- Caratterizzazione di difetti in PM
            Conferenza Nazionale AIPnD-Trieste 2013


.:: PDF per saperne di più



Progetto TestPEP

Development and Validation of an Automated Non-destructive Evaluation Approach for Testing Welded Joints in Plastics Pipes.

Il progetto TestPEP ( 2010-2013 ) ha sviluppato un sistema e le relative procedure di ispezione per l’esame volumetrico di giunti saldati in polietilene, e altre tubazioni in plastica di diametro fino ad 1 metro.
Il sistema, basato sulla tecnologia phased array, può ispezionare sia giunzioni di testa tubo/tubo che giunzioni tubo/fitting. Il sistema strumentale sviluppato, denominato PEP-PACK, sarà immesso sul mercato nel corso del’2014 a cura dell’azienda francese M2M di Les Ulis ( Parigi ) che ne ha curato l’industrializzazione durante il progetto.

.:: PDF S.Ghia - Il Progetto TestPEP :
            Controllo non distruttivo di giunzioni di tubazioni in plastica
            Il Giornale delle Prove non Distruttive N°2/2013

.:: PDF per saperne di più


Progetto Ship Inspector

SHIPDetection of Safety Critical Cracks and Corrosion in Ships Using Novel Sensors and Systems Based on Ultrasonic Phased Array Technology.

FP7 – SME –2007-2-218432 Il progetto Ship Inspector ( 2009-2012 ) ha sviluppato una nuova tecnica ad ultrasuoni, basata sulla tecnologia phased array, per la rivelazione di difetti e della corrosione in zone critiche di navi e petroliere. Al progetto hanno partecipano organizzazioni di 7 paesi europei, tra cui enti di controllo e classificazione del settore navale e diverse Associazioni NDT . (vedi anche articolo su “ Il giornale delle Prove non distruttive”, n°1, Marzo 2010

.:: PDF S.Ghia – SHIP INSPECTOR
            Il Giornale delle Prove non Distruttive N°1/2010

.:: PDF PJ Mudge, K Tuncbilek & AG Haig - TWI Ltd, Cambridge UK.
            Novel approach to the in-service inspection of bulk tanks in ships

.:: PDF per saperne di più